CASTELLO DI ASOLO

Il  castello di Asolo, noto anche come "Palazzo Pretorio" o " Castello della Regina Cornaro", occupa a sud ovest del centro cittadino un ristretto ed elevato sperone roccioso disposto lungo un crinale dall' elevata valenza strategica. Da tale posizione la fortezza domina vasta parte del territorio sottostante. Mancano dati certi che chiariscano l'origine dell'impianto fortificatorio . Il " Diploma"  dell'imperatore Ottone 1 del 969 d.c. nomina per la prima volta un "Castrum Asili". In un altro documento del 1211 si associa alla presenza di un "Castrum" quella di un "burgus" e di una "villa". Queste distinte definizioni possono in realta costituire la prima prova della presenza castellare in Asolo. Nel 1242 il Castello, vero fulcro sociale, economico e politico della vita cittadina nel Medioevo fu dimora di Ezzelino da Romano, mentre nel 1339 divenne sede dei podesta' veneziani. Nel 1489 il Castello si trasformo' nella residenza della Regina-prigioniera Caterina Cornaro. La grande "Aula Pretoria" o " Sala della Ragione " dove i podesta' veneziani amministravano la giustizia venne trasformata nel 1978, alla caduta della "Serenissima" in teatro ,mentre la parte occidentale del Castello, nucleo vitale della fortezza nel Medioevo e gia'dimora della Cornaro e di Ezzelino, venne demolita intorno al 1820. Permane oggi ben visibile da ogni parte della citta la maestosa torre,gia' utilizzata per installazione di un mulino a vento in epoca carrarese e poi come torre campanaria fino ai giorni nostri.